MADEurope Summer School

7-10 settembre 2017

La MADEurope Summer School è una scuola di economia. E’ un progetto di formazione, studio e confronto fortemente incentrato sui valori di identità, integrazione e dialogo, intesi quali cardini sociali, economici e politici di un’Europa del futuro. La scuola investe sui giovani europei, consentendo di unire ai valori le competenze necessarie per la realizzazione di un progetto comunitario realistico.

L’obiettivo del percorso formativo è di creare un appuntamento permanente e residenziale di apprendimento. 

La MADEurope Summer School è promossa dal Comune di Maratea e dalla Regione Basilicata, con il patrocinio autorevole della Scuola di Governo del Territorio.

Programma 2017

La MADEurope Summer School 2017 verterà sul tema “Crescita economica e welfare: verso quale Europa?”. In particolare, si proverà a comprendere se l’Europa, dopo gli anni di crisi, muove verso un sistema a crescita sostenuta e quale sia il modello di welfare che si va affermando.

Giovedì 7 settembre

ore 16,00-16,15 | Villa Nitti

Presentazione della MADEurope Summer School 2017
con Riccardo Realfonzo (Università del Sannio, Direttore della Summer School)

ore 16,15-19,30 | Villa Nitti

Lo stato sociale in Italia
con Felice Roberto Pizzuti (Università di Roma La Sapienza)

Venerdì 8 settembre

ore 9,30-12,30 | Villa Nitti

Politiche del lavoro e ammortizzatori sociali in Italia
con Maurizio Del Conte (Università Bocconi di Milano)

ore 16,00-18,00 | Villa Nitti

Le deregolamentazioni del mercato del lavoro e il modello di sviluppo europeo
con Riccardo Realfonzo (Università del Sannio, Direttore della Summer School)

ore 18,00-20,00 | Villa Nitti

Seminario di sociologia Un welfare sanitario mediterraneo nell’Europa a trazione tedesca? 
con Cleto Corposanto (Università Magna Graecia di Catanzaro)

Sabato 9 settembre

ore 9,30-12,30 | Villa Nitti

Politiche di austerità e stato sociale nei Mezzogiorni di Europa
con Adriano Giannola (Università di Napoli Federico II)

ore 15,00-18,00 | Villa Nitti

Riforme strutturali e crescita in Europa
con Alberto Bagnai (Università D’Annunzio di Chieti e Pescara)

ore 19,00 | Piazza Sisinni

Tra l’euro e i vincoli alla spesa pubblica: quali scenari di crescita e welfare in Europa?

Economisti in discussione:
Alberto Bagnai (Università D’Annunzio di Chieti e Pescara)
Maurizio Del Conte (Università Bocconi di Milano)
Adriano Giannola Università di Napoli Federico II)
Marcello Messori (Università LUISS di Roma)
Felice Roberto Pizzuti (Università di Roma La Sapienza)
Riccardo Realfonzo (Università del Sannio, Direttore della Summer School)

Domenica 10 settembre

ore 10,00-12,30 | Villa Nitti

Crescita, innovazione e nuovo welfare in Europa
con Marcello Messori (Università LUISS di Roma)

I docenti

  • Riccardo Realfonzo
  • Adriano Giannola
  • Alberto Bagnai
  • Maurizio Del Conte
  • Marcello Messori
  • Felice Roberto Pizzuti
  • Cleto Corposanto

Obiettivi

L’obiettivo generale del percorso didattico è quello di favorire la costruzione e la crescita di una comunità qualificata e fortemente integrata mediante la divulgazione dei valori europei, il confronto, il dialogo e l’apprendimento su specifiche tematiche di interesse settoriale, scientifico e manageriale relativo alle politiche pubbliche e al governo delle comunità in un progetto europeo.

In tal senso l’obiettivo generale assume una particolare rilevanza nella declinazione dei diversi obiettivi specifici che possono essere così declinati:

  • rispondere ai bisogni di apprendimento e formativi in un’ottica di “alti specialismi” e di apertura a standard europei nel campo dei saperi,e creare uno spazio di confronto inter-pluri-disciplinare sulla cultura europea contemporanea;

 

  • sviluppare “reti” formative tra Università, Istituti e Centri di ricerca europei attraverso scambi di esperienze, competenze, intelligenze e  l’assegnazione di specifiche Borse di studio;
  • diffondere e approfondire alcuni nodi concettuali di particolare interesse valoriale e pratico all’ interno dell’attuale dibattito sulle politiche pubbliche e il governo delle comunità e della cosa pubblica;

 

  • promuovere sinergie e alleanze con altre esperienze di caratura nazionale o europea atte a favorire lo scambio di buone pratiche e il networking di abilità, competenze e conoscenze.